pasta maker philips come funziona consigli farina

Pasta Maker Philips: come fare un impasto perfetto

Come funziona Pasta Maker Philips e come preparare l’impasto perfetto per la pasta? Come salvare l’impasto che non è venuto bene al primo colpo? Leggi la mia guida completa a Philips Pasta Maker.

Se non hai ancora una macchina per fare la pasta in casa, non sai quale modello scegliere, ti consiglio di leggere prima il mio articolo Philips Pasta Maker, modelli, trafile ed accessori: recensione completa

Perché scegliere Pasta Maker Philips?

Pasta Maker Philips è una macchina per fare la pasta in casa molto facile da usare: riesci a preparare in soli 10 minuti una squisita pasta fresca anche se sei proprio negata in cucina.

pasta maker Philips

Philips Pasta Maker ti sorprenderà anche se sei più esperta, ti piace cucinare e prepari sempre la pasta fresca in casa.

Questa macchina per fare la pasta in casa è adatta non solo a chi ha poco tempo o non si sente uno chef, ma può soddisfare anche le più esperte appassionate di cucina.

Pasta Maker Philips ti permette di sperimentare le tue idee, preparare ogni giorno un tipo diverso di pasta, esercitare la tua creatività, utilizzare diversi tipi di farine e formati di pasta.

Ti potrebbe interessare anche il mio articolo Pasta Maker Philips: ricette con e senza glutine

Come funziona Pasta Maker Philips

Questa macchina per fare la pasta in casa è totalmente automatica: fa quasi tutto il lavoro al tuo posto.

Basta inserire tutti gli ingredienti e Philips Pasta Maker preparerà l’impasto in 3 minuti cominciando ad estrudere la pasta: tu dovrai solo tagliarla alla lunghezza che più ti piace.

Gli ingredienti per preparare la pasta sono semplicemente farina e acqua o uova.

Per aggiungere un tocco di colore o sapore puoi usare anche:

Questa e’ la mia video guida passo passo come preparare la pasta fresca in casa con Pasta Maker Philips:

Come fare un impasto perfetto per le ricette con Pasta Maker Philips?

L’impasto per le ricette con Pasta Maker Philips è diverso da quello preparato per la pasta fatta in casa a mano.

Se hai Philips Pasta Maker con la bilancia, potrebbe suggerirti le dosi giuste fra farina e liquidi. Ma non sempre è cosi, soprattutto se utilizzi le farine particolari.

Ogni farina assorbe i liquidi in maniera diversa.

Anche la stagione influisce: 2 o 3 ml in più o in meno possono portare a risultati molto diversi tra di loro.

L’importante è avere sempre un impasto granuloso, che non deve mai diventare “una palla”: con l’esperienza riuscirai a capire facilmente ad occhio se c’è bisogno di più o meno idratazione.

Pasta Maker Philips: idratazione della pasta con farina di semola

L’idratazione della pasta non e’ costante e dipende da diversi fattori:

  • Produttore: ogni prodotto richiede una idratazione leggermente diversa (36 % – 40%)
  • Formato della pasta: la sfoglia dovrebbe essere più idratata (40 – 45 %,, ovvero 40 – 45 millilitri di acqua ogni 100 grammi di farina)
  • Tipo di trafila: le trafile in bronzo di solito richiedono una idratazione maggiore
  • Utilizzo delle uova: per ogni uovo dovresti aggiungere circa 5 millilitri di acqua. Esempio: 250 grammi di farina + 90 millilitri di acqua + 1 uovo + 5 millilitri di acqua = 250 grammi di farina + 1 uovo + 95 millilitri di acqua
  • Doppio impasto: richiede idratazione minore
  • L’umidità della farina cambia con le stagioni, l’umidità in casa e dalle modalità di conservazione della farina
pasta maker philips come funziona consigli farina
Fusili fatti con Pasta Maker Philips e trafila di Capo12

Ho riportato di seguito la tabella dell’idratazione della pasta che utilizzo con la semola rimacinata La Molisana. Dovresti comunque sempre fare delle prove per trovare la tue proporzioni corrette.

Idratazione per pasta fatta in casa con Pasta Maker Philips e semola rimacinata La Molisana

Tipo di pastaIdratazioneLiquidi per 250 gr di semola rimacinata
(gr)
Liquidi per 500 gr di semola rimacinata
(gr)
Pasta (un impasto)38%95190
Pasta (doppio impasto con riposo)37%92185
Sfoglia (un impasto)39%98195
Pasta all’uovo
(un impasto)
39%1 uovo + acqua per arrivare a 98 ml2 uova + acqua per arrivare a 195 ml
Sfoglia
all’uovo
(un impasto)
40%1 uovo + acqua per arrivare a 100 ml2 uova + acqua per arrivare a 200 ml

Un trucco per un doppio impasto perfetto per le ricette con Pasta Maker Philips

La macchina Pasta Maker Philips ti permette di preparare ottima pasta utilizzando il suo programma di base.

Per una quantità di 250 gr di farina occorreranno 10 minuti

  • 3 minuti per l’impasto
  • 7 minuti per l’estrusione della pasta

Perché allora utilizzare il doppio impasto per le tue ricette con Pasta Maker Philips?

La tecnica del “doppio impasto” permette di idratare meno la pasta ed avere un maggiore controllo sull’impasto stesso. La farina riesce ad assorbire meglio tutti i liquidi ed esce dalla macchina durante la fase di estrusione in modo più uniforme.

Con alcuni formati si può utilizzare anche il triplo impasto.

Col doppio impasto dovresti idratare meno ed eventualmente aggiustare durante il secondo giro di impasto.

Ti può capitare che l’impasto risulti troppo secco, e quindi un impasto di 3 minuti non basti: anche in questo caso la soluzione potrebbe essere un riposo e un secondo impasto.

Il riposo permette di idratare meno e meglio in partenza, e’ facile da realizzare ma richiede più tempo (almeno 3 minuti in più).

Se vuoi fare la pasta in 10 minuti e senza riposo, basta idratare di più.

Come fare il doppio impasto passo a passo

  • Versa la farina
  • Chiudi il coperchio
  • Accendi la macchina col pulsante di accensione / spegnimento
  • Seleziona il programma utilizzando il pulsante  misurino 1 (250 – 300 grammi) o 2 (500 gr)
  • Premi il pulsante  start
  • Fai primo impasto di 3 minuti
  • Ferma e spegni la macchina prima di estrudere la pasta. Per il modello con la bilancia sarà necessario staccare il cavo di alimentazione
  • Fai riposare l’impasto per 15 – 20 minuti (non obbligatorio)
  • Passato questo tempo, se hai il modello con bilancia riaccendi la macchina e tieni premuto a lungo il tasto PLAY (tutto a destra), così riparte senza pesare. Se hai la macchina senza bilancia, riaccendi la macchina, reimposta il programma dal inizio e mettila in azione.
  • Estrudi la pasta.
  • In questo modo ottieni: 3 minuti per il primo impasto + 15 -20 minuti di riposo + 3 minuti per il secondo impasto + una estrusione.
pasta maker philips come funziona consigli farina
Dadini con Pasta Maker Philips (trafila originale Philips: penne)

Come salvare un impasto troppo secco

Quando l’impasto è troppo secco e poco idratato la pasta esce a pezzi, rotta o con i bordi irregolari.

pasta maker philips come funziona consigli farina
Sopra la pasta giusta, sotto troppo secca

E’ comunque normale che nella fase iniziale di estrusione della pasta i primi 15 centimetri escano un po’ brutti perché la pasta non è ancora amalgamata bene.

Puoi tagliare questa parte iniziale e rimetterla nuovamente nel contenitore.

Cosa fare se la pasta continua ad uscire troppo secca?

La soluzione migliore e’ fare il secondo impasto, possibilmente con un riposo intermedio: possiamo fare idratare meglio la farina.

Procedi nel modo seguente:

  • Ferma la macchina e spegnila
  • Rimetti tutta la pasta già estrusa nella macchina (se ci sono pezzi grandi puoi prima frullarli con un tritatutto)
  • Riaccendi la macchina e reimposta il programma dall’inizio. Se hai il modello con bilancia riaccendi la macchina e tieni premuto a lungo il tasto tutto a destra, così riparte senza pesare
  • A questo punto, mentre la macchina impasta puoi aggiungere qualche goccia di acqua, ma potrebbe bastare anche solamente il secondo impasto

Come salvare un impasto troppo umido

Se hai esagerato con i liquidi, la pasta potrebbe uscire appiccicosa: tutto si attaccherebbe una con l’altro e sarebbe inutilizzabile praticamente.

Anche in questo caso puoi salvare facilmente la situazione.

Cosa fare se la pasta è appiccicosa e troppo umida:

  • Ferma la macchina e spegnila.
  • Togli tutto l’impasto e frulla in un robot da cucina (o un tritatutto)
  • Aggiungi un po’ di farina per asciugare l’impasto
  • Controlla se l’impasto ha raggiunto l’umidità corretta (dovrebbe essere granuloso)
  • Rimetti una parte di impasto nella macchina
  • Riaccendi la macchina e imposta il programma: solo estrusione (di 3 minuti.
  • Ripeti il programma di solo estrusione fino quando non hai esaurito tutto l’impasto

Utilizzo dell’olio nell’impasto

L’utilizzo di olio negli impasti semplici per la pasta e’ sconsigliato.

  • L’olio ha un forte potere come solvente delle proteine del glutine: non a caso, viene immesso negli impasti per pane e pizza solo verso la fine
  • I grassi rallentano la formazione della maglia glutinica
  • L’olio alliscia la pasta, invece è la ruvidezza che va ricercata nella pasta
  • L’olio viene alle volte utilizzato negli impasti senza glutine, con farine ad alto contenuto proteico

Quando e come utilizzare l’olio?

A volte succede che la pasta esca “tagliata” dalla macchina. Potrebbe essere colpa di un errato montaggio delle trafile, soprattutto quando si utilizzano trafile composte da 2 pezzi.

Molto spesso invece la colpa è dei piccoli grumi di impasto che si bloccano nella trafila durante l’estrusione. L’impasto non è ancora ben pressato dalla macchina e risulta grumoso.

Puoi passare dell’olio sulla trafila prima di montarla. L’olio aiuterà l’impasto a scivolare meglio anche quando ancora grumoso e l’estrusione sara’ perfetta!

Ultimo aggiornamento 2021-04-29 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.